| land | mail | admin | photos | blog | photoblog |

30 giugno 2011

Incipit

Aprì gli occhi all'improvviso inspirando violentemente come se fosse appena riemerso dalle profondità più oscure dell'oceano, raccolse tutte le forze che gli riusciva per mettersi seduto, ogni muscolo strillava di dolore come fosse la prima volta che si contraeva dopo troppo tempo, il corpo bagnato di sudore e una t-shirt appiccicata addosso. Qualche istante e riuscì a sollevare un braccio, il dolore, a passare il polso sulla bocca ancora impastata dal sonno, il dolore, ad afferrare un lembo del lenzuolo per levarselo di dosso, il dolore, ad alzarsi in piedi ed attraversare la stanza con passo incerto, il dolore, a fermarsi davanti alla finestra, il dolore, a guardare fuori trovando ancora la notte....

Nessun commento: